HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno VI  Numero 6

GIUGNO 2021


L’editoriale
________________________________________________________________________

Diamo il nostro piu’ caloroso benvenuto ai nostri affezionati lettori anche in questo nuovo numero del mese di Giugno. La nostra redazione da sempre e come sempre, seleziona per voi tutti i migliori e piu’ interessanti articoli sulla storia dell’arte del JKD, sul grande Maestro Bruce Lee, sul Kung Fu e sulla sua piu’ profonda e radicata tradizione, su’ quant’altro possa riguardare tutte le curiosita’ su’ altre arti marziali in genere, e sui loro fondatori. Il periodo odierno pero’, non ha prodotto altri nuovi grandi artisti marziali e attori come lo puo’ essere stato Bruce Lee, ne’ altri maestri del calibro di Yip Man, o addirittura altri maestri di altri stili importanti che si possano fregiare di questo nome, e ai quali possiamo tranquillamente apporre l’etichetta di veri artisti marziali. Il guaio vero del periodo che stiamo vivendo oggi, e’ che si sono formati tantissimi istruttori, maestri o Sifu che dir si voglia, che dopo due stage o addirittura dopo un piccolo corsetto di tre mesi, fatto qui e la’, hanno gia’ la pretesa di farsi chiamare insegnanti di quel determinato stile, e creando gia’ un gruppo e insegnando e divulgando informazioni tecniche che solo le persone piu’ esperte e preparate, potrebbero divulgare. L’interesse per le arti marziali in genere, per questo motivo si e’ perso, e a causa di certi personaggi, che non hanno alcuna esperienza ne’ tantomeno carisma per poter diffondere in modo corretto e ampio il prodotto delle arti marziali, siamo giunti ad un punto di non ritorno, ritrovandoci nel nostro settore, con un sacco di gente impreparata e sleale sotto tutti i punti di vista, oltre che fortemente convinta e presuntuosa. Quando Bruce invitava tutti i praticanti a cercare di essere come acqua e li spingeva alla comprensione e all’allenamento, non si riferiva affatto al discorso che avrebbero dovuto copiarlo per forza, di essere come lui o praticare un qualcosa di cui non si conosceva affatto l’argomento, ma spingeva tutti in modo indistinto ad approfondire a ricercare le cause e gli effetti che se ne potevano causare, cercando di trarre solo benefici, e a non fare nulla che potesse risultare sbagliato per se’ stessi e per gli altri. La materia chiamata JKD, specialmente oggi, non essendo una materia alla portata di chiunque, per questo motivo ci riesce difficile riuscire a credere che basti soltanto appartenere ad una qualsiasi scuola o organizzazione per assorbirla bene e capirne i veri e corretti concetti di cui e’ composta, sia tecnicamente che filosoficamente. Soltanto chi ci crede sul serio ed e’ intenzionato e dedicare ad essa la sua intera vita, potra’ in effetti riuscire a superare se’ stesso ed ogni limite personale consentito, come avrebbe voluto che fosse lo stesso suo creatore e filosofo. Tutto questo, ancora oggi, non sarebbe possibile realizzarlo senza un allenamento serio ed un programma utile che possa favorire la crescita personale, nostra e quella dei nostri studenti, amici e di chiunque altro ci creda ed abbia la costanza e la pazienza di poter imparare. La nostra piu’ grande soddisfazione, sia come scuola rinomata che come redazione ormai conosciuta in tutto il mondo, e’ quella di aver raggiunto il grande obbiettivo di divulgare le diverse verita’, ancora oggi per tantissimi sconosciute, e di aver dato a tutti una corretta idea di comunicazione e di insegnamento della vera e corretta arte marziale. Noi tutti, fino a quando esisteremo, non esiteremo nemmeno per un solo istante a diffondere la verita’ e a far conoscere le due arti marziali che ancora oggi, anche se si trovano ancora in uno stato di regresso in quanto a conoscenza profonda e pratica, stanno muovendo il mondo. Alla luce di tutto questo, la nostra redazione continua ad augurarvi una felice e fruttuosa lettura.