HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno V  Numero 04

GIUGNO 2020


Bruce Lee l’unico e vero guerriero
________________________________________________________________________

Bruce Lee fu’ un guerriero unico. Fu’ un vero combattente con una grandissima esperienza di combattimento. Un guerriero è spesso immaginato in senso solo fisico, invulnerabile e fisicamente forte. Ma Bruce Lee era un vero guerriero nella mente, nel corpo e nello spirito. Sua figlia Shanon proviene da un lignaggio di guerrieri e ha fatto delle ricerche approfondite su ciò che significhi essere un vero guerriero. Cosa ci vuole per diventare veri guerrieri? Il guerriero è l'uomo medio, che utilizza con il fuoco simile al laser. In questa citazione non si parla di combattimento inteso come abilità fisica; ma cosa poteva significare per un personaggio come Bruce Lee,"messa a fuoco laser"? Il laser ha una enorme capacita’, ovvero quella di emettere un'energia intensa verso un punto ben distinto. Essere un guerriero, rappresenta un grande tragurdo nella vita di ognuno, e Bruce stesso, con tanto impegno, costrui’ un raggio di fuoco intenso ed energico da lanciare tutti quegli obiettivi che si era ripromesso di raggiungere. Per Bruce, essere un guerriero rappresento’ la crescita, la guarigione e le combinazioni per usare la mente, il corpo e lo spirito in armonia verso la coltivazione di se stessi. Bruce era un guerriero nel senso più ampio della vita. Ogni giorno Bruce si alzava con l'intenzione di lavorare su se stesso, migliorarsi, attualizzarsi e coltivare la propria essenza ed energia. Lo fece in un modo ben specifico, cioe’ fece in modo che tale obiettivo, rendesse beneficio a se’ stesso e a tutti quelli che lo circondavano. Bruce Lee era così impegnato in questa messa a fuoco simile al laser, che riuscì a ottenere così tanti risultati in cosi’ poco tempo e sembrò a volte non umano. Diventare un vero guerriero significa agire in questa direzione e vivere la vita secondo tale codice. Shanon, è giunta ad un punto della sua vita in cui tirando le somme, ha potuto dedurne di aver realizzato abbastanza auto-lavoro, ed e’ riuscita ad attraversare delle prove abbastanza difficili, tanto che adesso può dichiararsi guerriera della vita, oltre che delle arti marziali, avendo ogni momento della sua vita, seguito l’esempio di suo padre, che la figura di guerriero ce l’aveva attaccata addosso come una targa automobilistica. Lei adesso possiede la giusta energia per riuscire a regolare le diverse parti che compongono la sua attuale vita, e poter finalmente, riuscire a percorrere tutte le strade piu’ irte e complicate, grazie all’idea di farlo come se lei stessa fosse quel laser di cui stiamo parlando. La sua vera aspettativa, sarebbe dovuta essere quella di rappresentarsi agli altri come un vero guerriero, ma nonostante tutto, di esserlo sul serio in quanto gia’ figlia di sangue di di Bruce Lee. Dopo essere rimasta per tantissimi anni senza alcun legame particolare, Shanon si è ritrovata ad affrontare la realta’ con tutta l'energia di suo padre, iniziando gia’ da diversi anni a perseguire il proprio percorso da guerriera. Ciò che Bruce Lee ha ancora oggi da offrire a così tanta gente che lo segue e che sostiene di essere suo seguace, è la guarigione da mentalita’ malate di protagonismo, senza possedere le vere qualita’ per portare avanti quelle che sono le loro opinioni. Guarire attraverso la crescita puo’ essere possibile, ma la stessa guarigione mentale e fisica grazie a tale passo avanti, puo’ anche avvenire nel luogo in cui si sta’ vivendo, accettando di buon grado qualsiasi impegno preso e qualsiasi difficolta’ non derivante dalla nostra volonta’. Per Shanon, la parte piu’ importante da prendere in considerazione è stato più l'aspetto della crescita che avviene gradualmente per diventare un guerriero, piuttosto che l’altra parte, cioe’ quella curativa dell'essere un guerriero. Ha trascurato la sua guarigione fisica, ma sta lavorando molto di piu’ per creare molta energia per se stessae per il suo benessere fisico. Shanon è ancora molto forte e atletica, e ha notato che la sua energia non si sta’ esaurendo man mano che va’ avanti con gli anni. Bruce fu’ un vero guerriero con la “G” maiuscola, ed ebbe la fortuna d’altra parte di incontrare una donna forte e coraggiosa, che gli e’ stata sempre accanto, supportandolo ogni giorno della propria vita, lei era sua moglie Linda. Linda lo sostenne emotivamente, cucinò i suoi pasti, allevò i suoi figli, gestì la sua casa quando Bruce era fuori per lavoro. Non lo abbondono’ mai, nemmeno quando gli capito’ quel brutto infortunio che lo tenne fuori dai giochi per almeno sei mesi. Shanon oggi e’ riconosciuta come un guerriero femminile. Ha creato diverse aziende, generato una figlia, ed è stata mamma anche single, creandosi da sola una casa ed avendo la capacita’ di occuparsi responsabilmente dell'eredità di suo padre. Shanon ha un ottimo sistema di supporto con le sue amiche, che pur ma non vivendo con lei, non possono offrirle lo stesso tipo di supporto che sua madre Linda ha offerto a suo padre Bruce. Aveva sperato che l'universo le manifestasse quel sostegno e quell'energia che potesse essere sfruttata per se’ stessa, cosa che naturalmente riesce a fare un guerriero. Senza una vera guarigione, la crescita sara’ inevitabilmente limitata. La vera caratteristica che porta a riconoscere chi sia un vero guerriero, e’ quel carattere ostinato che lo contraddistingue, fino a condurlo alla strada naturale che noi tutti chiameremo persistenza; egli non smettera’ mai di lavorare per qualcosa a cui crede, per molto tempo. Non puoi essere un guerriero isolato. I guerrieri coltivano se stessi e si trovano piu’ facilmente in comunità fra’ persone comuni. In verità, un guerriero interagisce con altre persone. Ogni giorno il guerriero si alza e combatte per affrontare al meglio la vita di tutti i giorni. Il guerriero cio’ che fa’, lo fa’ col cuore e la mente, perche’ crede alle sue azioni, e pensa sempre che siano giuste e per un fine sacrosanto. Tutto assumera’ un significato particolare e derivera’ da una propria scelta personale. Bruce Lee ha coltivato se’ stesso in modo profondo; ha studiato e documentato la sua esperienza. Poi cio’ che ha sperimentato e scoperto, l'ha insegnato, condiviso e messo nei suoi film, aiutando i suoi amici e influenzato il mondo dell’epoca con una cultura del tutto diversa, rivoluzionaria, nonche’ innovativa al massimo. Cosi’, un vero guerriero è guidato dal suo cuore. "I guerrieri posseggono una loro disciplina per cambiare il loro comportamento e le loro abitudini, nel nome di fini onorevoli". Il percorso del guerriero non è un percorso facile, richiede impegno, lavoro e grande spirito di sacrificio. Si potrebbero Avere fallimenti lungo il proprio cammino, e ci vorrà del tempo. Ti stai dirigendo verso il tuo vero sé quando decidi di seguire la via del guerriero.
"Non teso, ma pronto." Per tutti quelli che si sentono chiamati al risveglio del guerriero, se si vorra’ gia’ iniziare, si dovra’ possedere la capacita’ di riuscire a dare una valutazione onesta di cio’ di cui si ha bisogno sul serio, in cosa ci si sente piu’ bravi, piu’portati, quali sono i veri punti di forza e le debolezze. Si deve avere il coraggio di perseguire tale risveglio, e allora la vera strada sara’ tracciata, pur essendo a conoscenza del fatto , che non e’ mai stata una strada facile, ne’ mai lo sara’.