HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno IV  Numero 02

FEBBRAIO 2019


Come passava le sue giornate Bruce Lee
________________________________________________________________________

In questo articolo vogliamo descrivervi una giornata tipo, vissuta da Bruce Lee, le sue abitudini e le sue attività di un giorno normale, giorno in cui lui almeno non si stesse trovando a girare sui Set. Il Wing Luke Museum di Seattle, ha creato una mostra intitolata "Un giorno della vita di Bruce Lee" e puo' esser possibile realizzare una infografica "Day in the Life" su' Bruce. Bruce credeva nei poteri ristorativi del sonno, e tipicamente la sua media di sonno per notte, era di circa 8 ore a notte. Andava a dormire sempre verso le 23 e si risvegliava sempre intorno alle ore 7 del mattino. Al mattino faceva tanto stiramento muscolare e finiti i minuti per lo stiramento, usciva a fare jogging per le vie di San Francisco. A Bruce piaceva praticarlo soprattutto come forma di meditazione. Dopo il suo allenamento mattutino, Bruce usav sempre fare colazione e poi in tarda mattinata, usava giocare sempre con i bambini. Sovente, ma non spessissimo, dava lezioni private in casa dei suoi piu' stretti e intimi allievi, o li invitava ad allenarsi con lui nel suo cortile, anche qui insegnando privatamente. Nell'arco dellemore che intercorrevano tra' mezzogiorno e le 16:00 pomeridiane, era previsto il suo pranzo e subito dopo, alla fine, in tarda serata, usava tornare come ogni sera a dedicarsi all'insegnamento serale e poi lavorare suoi scritti di poesia, filosofia e quando ce ne fosse la necessita', a scrivere trame per i suoi film, allestendo i vari e numerosi copioni cinematografici dei quali si faceva carico di creare con tanta tenacia e passione. Poi, avvolte, anche dopo le 23, si ritagliava un ora per il suo ultimo allenamento notturno, a completamento della sua elaboratissima giornata. Bruce trascorreva avvolte la sua prima serata, fuori con la famiglia e giocando con i bambini. Poi per il resto della serata, dalle 18 in poi, Bruce cenava e come sempre si allenava con i suoi studenti e amici. Aveva un gruppo chiamato del mercoledì sera, dove riceveva nelle sue lezioni, principalmente studenti delle sue classi che venivano a trovarlo per ulteriori lezioni e conversazioni filosofiche, e che certe volte, si risolvevano in cene comuni. Bruce non aveva di per se' un lavoro regolare che lo impegnava dalla mattina alla sera, ma piuttosto la sua giornata lavorativa consisteva in quelle poche ore di sforzo concentrato, una pausa, e poi un altro paio di ore di sforzo concentrato nel pomeriggio e così via, piuttosto che scegliersi un lungo periodo di allenamento fatto da 8 ore. Questi giorni della vita di Bruce Lee, ci mostrano come qualsiasi cosa fatta da lui, fosse possibile attuarla per chiunque. Ciò che ovviamente mancava nella sua routine di vita e lavoro quotidiano, era qualche ora da passare davanti ad una TV , o meglio ancora, come sicuramente oggi avrebbe preferito fare, stare davanti ad un PC. Bruce piuttosto preferiva di gran lunga dedicare il suo restante tempo libero per lo sviluppo fisico, mentale e spirituale, che gli portavano un enorme giovamento nella sua vita quotidiana di allora, creando una giornata armoniosa piena di formazione, apprendimento, insegnamento e nello stesso tempo, riuscendo a dedicarsi anche alla sua famiglia, senza per questo trascurarla. Bruce Lee, lascia un saggio consiglio a tutti quelli che lo amano sul serio, e che non a chiacchere m a fatti seguono alla lettera i suoi scritti: Agisci, cerca la tua esperienza. Prenditi il tempo che ti necessita per documentare tutti i giorni per una settimana o un mese cio' che riuscirai a realizzare per te, per abituarti vedere come passi il tuo tempo. Esistono tanti modi diversi per documentare la propria giornata, soprattutto con la tecnologia moderna che ci ritroviamo un po' tutti, trovare l'app o lo strumento che desideri utilizzare. È utile avere una panoramica di come passi il tuo tempo. Ci sono cambiamenti che vorresti apportare al tuo modo di allenarti, o a cose che vorresti aggiungere alla tua vita? Se la tua risposta e' si, allora Puoi anche iniziare creare le tue giornate, e se ti sembra piu' logico, documentarle per iscritto in ogni cosa nuova che ti capiti di vivere e sperimentare giornalmente.