pubbli6.gif (12403 byte)

HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno II  Numero 02

FEBBRAIO 2017


Altre notizie sulla difesa personale col test di cooper
________________________________________________________________________

Il codice dei colori di Cooper –Color Code System of Awareness – è stato creato da Jeff Cooper, Tenente Colonnello ,istruttore di difesa personale con armi da fuoco e fondatore dell’American Pistol Institute. Brevissimo ma interessante articolo sul codice comportamentale di ogni individuo, creato breve apposta per facilitare lo studio e la memoria realizzativa del lettore.
Secondo Cooper l’elemento più importante da tenere in considerazione durante un combattimento è la mente combattiva di un individuo . Le persone devono saper analizzare tutto ciò che li circonda per riuscire ad ottenere il meglio . Spesso si analizza il problema ma non ciò che lo circonda . Facendo un’analisi completa si è in grado di affrontare al meglio il problema e risolverlo nel miglior modo possibile ,nel minor tempo possibile.
Cooper suddivide quindi gli stati mentali secondo dei colori:
•Bianco (vittima potenziale) : rappresenta lo stato mentale più pericoloso per la propria incolumità poichè , la persona che si trova in questo stato mentale non vede alcun pericolo in ciò che lo circonda , è come se stesse dormendo. Questo stato può essere concesso solo in una situazione di sicurezza assoluta, come quando si è in casa dopo aver chiuso la porta ed inserito l’antifurto, essendo convinti di essere ormai al di fuori di ogni qualsivoglia pericolo. Se ci si trova in un ambiente esterno, questo stato può attirare l’attenzione di malintenzionati infatti, anche il nostro atteggiamento sarà quello di una persona che non percepisce pericolo .Pensate che la maggior parte delle persone aggredite ricorda solo il momento dell’aggressione e niente di più, questo perchè la vittima che e’ stata aggredita, è in uno stato mentale bianco ovvero non ha mai analizzato approfonditamente l’ambiente che lo circonda.
•Giallo (situazione di consapevolezza): è uno stato di attenzione rilassata . Si è attenti a tutto ciò che ci circonda ma senza che questo procuri agitazione ,paure , paranoie. E’ la condizione mentale da tenere non appena si e’ usciti di casa.
•Arancio (saper riconoscere una specifica, ma potenziale minaccia ): si entra in questo stato mentale nel momento in cui si percepisce una minaccia ,cioe’ ci si rende conto che qualche cosa non va ma non si e’ ancora percepito esattamente cosa sia . L’istinto o l’inconscio allora avvertono questo stato di pericolo e lo palesano completamente. In questo stato la mente incomincia ad elaborare possibili condizioni, ambientazioni e soluzioni. Bisogna quindi mantenere la calma per non lasciare spazio all’ansia , ma si deve trovare dìistinto una soluzione ed attuarla immediatamente.
•Rosso (prontezza per affrontare un combattimento) : il problema è imminente ed molto probabile che si possa abbattere sul soggetto che gia’ si aspettava questa evenienza ,la minaccia quindi si materializza. E’ importante ,in questo caso, avere un piano e anticipare qualsiasi altra mossa. Naturalmente sarebbe meglio se la persona aggredita avesse qualche nozione di principi di combattimento e difesa da strada. Questo codice può essere attuato anche nell’ambito lavorativo. La capacità di osservazione può rivelarsi la chiave giusta per essere pronti e saper affrontare tutte le situazioni che si possono creare.