HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno IV  Numero 09

SETTEMBRE 2019


Traumi sportivi quali e in quale percentuale
________________________________________________________________________

Attraverso la cosiddetta traumatologia sportiva vengono studiate le diverse cause, le varie manifestazioni e le corrette terapie dei traumi che insorgono durante la pratica dell'’attività fisica sportva agonistica e non. Con il termine trauma sportivo vengono indicate quelle lesioni, a carico di tessuti o di organi, causate da una forza meccanica sviluppata durante un’attività sportiva. In genere possiamo distinguere le differenti tipologire traumatiche in generiche ed occasionali, cioè non legate all'azione specifica di uno sport(ad esempio un peso colpisce il piede di un sollevatore), o specifiche, un praticante di Tae Kwon Do esegue un calcio circolare procurandosi la lacerazione di un tendine. Un ulteriore distinzione è quella che possiamo operare in episodi traumatici acuti, ad esempio, un sollevatore di pesi che solleva un peso superiore alle sue possibilità e si danneggia un muscolo sano, e cronici, ad esempio, un praticante di Tae Kwon Do esegue un calcio circolare in modo scoretto per un prolungato periodo di tempo procurandosi numerose piccole lesioni fino a dare origine ad un trauma. Un ultima suddivisione e quella tra traumi diretti e indiretti: nel primo caso verrà danneggito il tessuto o l'organo sul quale era concentrato l'allenamento o in generale lo sforzo sportivo praticato, nel secondo caso si tratterà di un danno derivato su tessuti od organi non direttamente coinvolti.

QUI SOTTO, ELENCHEREMO LA PERCENTUALE DEI RISCHI DEGLI SPORT PIU' DIFFUSI:
(L'ORDINE SI RIFERISCE AI TRAUMI , OGNI 100 ATLETI PRATICANTI ISCRITTI NELLE VARIE FEDERAZIONI, O ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA)
1. Motociclismo 5,9%
2. Pugilato 4,3%
3. Rugby 4,0%
4. Fotball americano 3,6%
5. Atletica pesante 2,1%
6. Calcio 1,8%
7. Pentatlon 1,7%
8. Ciclismo 1,6%
9. Motonautica 1,4%
10. Sport equestri 1,2%
11. Pallamano 1,2%
12. Hockey su ghiaccio 1,1%
13. hockey su prato 1,0%
14. Ginnastica 0,9%
15. Basket 0,9%
16. Pattinaggio a rotelle 0,8%
17. Sport invernali 0,8%
18. Karate 0,7%
19. Baseball 0,6%
20. Scherma 0,5%
21.Arti marziali in genere 1,5%

Tutti gli sport non menzionati nell'elenco ma praticati nelle varie Federazioni e Enti di Promozione Sportiva sono da considerarsi a bassissimo rischio in quanto sono collocati sotto la soglia dello 0,2%.