HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno IV  Numero 09

SETTEMBRE 2019


Colui che costrui gli attrezzi per un grande Bruce Lee
________________________________________________________________________

Una delle cose che distingueva Bruce Lee dagli altri artisti marziali dei suoi tempi, era lo stuolo di insoliti attrezzi da allenamento fatti in casa che aveva a sua disposizione. Mentre altri praticanti si allenavano su apparecchi convenzionali, Lee stava progettando le sue attrezzature all'avanguardia, per conquistare con le sue forze e i suoi mezzi, quel vantaggio in più. George Lee,(chiamato Bob) che era amico intimo di Bruce e un tempo compagno di allenamento, fu' il responsabile dello sviluppo della maggior parte degli schizzi e dei progetti che consegno', tradotti a Bruce Lee, in dispositivi funzionanti e all'avanguardia. Ciò che segue è il resoconto personale di George Lee sul suo rapporto di lavoro con Si Jo' Bruce: Molto fu' realiazzato, in fatto di dispositivi di addestramento, in modo insolito per quel periodo, e ad osservare quei macchinari, faceva gia' un certo effetto e una certa impressione. George lee ne' realizzo' moltissimi, anche sotto suo progetto personale, ma possiamo dire che la maggior parte dell'attrezzatura piu' insolita e sofisticata, fu' di ideazione di Bruce. Bruce spesso, realizzava degli schizzi su quale piu' o meno potese essere la sua idea, e poi li spediva a George per posta oppure nel peggiore dei casi, glie li portava fino in a casa, facendosi dare la promessa e la garanzia di una piu' rapida e sostanziale costruzione. Bruce personalmente, non uso' gran parte dell'attrezzatura tradizionale da allenamento che il mercato dell'epoca gli avrebbe proposto. A quel tempo, non c'era molto sul mercato comunque. Essendo stato un macchinista di professione, George fu' da solo in grado di realizzare i suoi articoli nel suo negozio nel nord della California. Fu' un qualcosa che realizzo' con enorme piacere ed onore per il suo amico Bruce. Qualunque cosa volesse Bruce, lui glie la realizzo'. Era un inferno ambulante, ma nello stesso tempo era un bravo ragazzo. Alcuni dei dispositivi più difficili da realizzare fu' la sua macchina da presa e sue le scarpe. La realizzazione di questi oggetti richiese un po 'più di tempo, soprattutto perché Bruce era molto particolare e lui dovette perfezionarli prima che fossero accettabili per lui. Bruce Lee, condusse come suo primo obbiettivo, un allenamento dinamico della tensione su uno dei tanti apparecchi fatti in casa che ha usato. Per creare un qualsiasi dispositivo, bisognava prima inviarne a lui il progetto, e lui gli avrebbe saputo dire se fosse andato bene e se fosse corrispondente ai suoi parametri. Cosicche' mi avrebbe dato il suo ta' bene e cosi George sarebbe ritornato a lavorarci su'. George si trovava quasi sempre ad improvvisare quando Bruce gli chiedeva spesso di creare sempre nuovi progetti e nuove migliorie. Il fatto era che alcuni dispositivi, richiedessero un po 'più di tempo rispetto a quelli più semplici. Gran parte delle altre attrezzature per l'allenamento che furono realizzate per Bruce fu' tutto sommato piuttosto semplice, come il nunchaku e lo staff delle tre sezioni. Bruce portò da Hong Kong, il suo manichino da ala che gli avevo costruito qualche mese prima; La barella, il nunchaku, il bastone a tre sezioni con catena, il rullo da polso e il dispositivo di allenamento isometrico per rafforzare gli avambracci, furono alcuni dei dispositivi più popolari che il suo amico Geoge Lee, realizzo' per Bruce. E la lapide con imbottitura per i pugni, fu' sicuramente uno degli oggetti più popolari che George realizzo' per Bruce. I dispositivi più difficili spesso richiedevano fino a sei settimane affinche' il completamento fosse raggiunto. Per quelli piu' semplici di solito, venivano impiegate forse una settimana o due per per riuscire a finirli. Invece do si dovette dedicare molto piu' tempo fu' per tutti gli scudi per i calci e i sacchi da boxe che vennero realizzati in moltissimo tempo. A Bruce, George realizzo' tre tipologie di scudi per i calci: uno perfetrtamente rotondo, uno che presentava la forma di una scarpa e uno oblungo. Bruce naturalmente si pronto' per pagare George Lee per tutto questo lavoro realizzato, ma lui non accetto' denaro dal suo grande amico bruce; George lo fece con piacere facendo nello stesso tempo un favore al suo personale amico. Molte volte Bruce lo invitava a casa sua a Bel Air, in California. Gli mostro' qualche mossa o tecnica esplosiva delle sue, qualche tecnica in piu' appartenente al combattimento che non aveva insegnato a nessun altro. Quello che feci per bruce non porto' altro' che una grande amicizia, e per quello che ho fatto ne' valse la pena per me. Il dispositivo preferito di Bruce che fu' realizzato, fu' la ciotola per il finger-jab. Lo riempiva di riso, sabbia o ciottoli, e poi ci spingeva la mano per raddrizzare le dita. Ha usato molto anche i sacchi da boxe. Ce n'erano circa sette o otto diversi che poi mise nelle sue scuole. George Lee ebbe ancora delle foto di tutto ciò che realizzo' per Bruce. La maggior parte degli oggetti furono venduti all'asta [dei cimeli di Bruce Lee] a Beverly Hills, in California, propio l'anno scorso. Ma ancora oggi qualcuno molto all'interno di questo ambiente, possiede ancora delle copie [degli schizzi] di tutti quei progetti.    
SEPT19123.jpg (10995 byte)
Bruce Lee(foto sopra)conduce un allenamento dinamico della tensione su uno dei tanti macchinari costruiti dal suo personale amico George Lee.