HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno III  Numero 03

MARZO 2018


Chuck Norris e quei due infarti in 45 minuti
________________________________________________________________________

L'attore famoso, il mitico combattente del colosseo, il sette volte campione di Karate mondiale, si sentito male nella notte tra il 16 e il 17 luglio ma, fortunatamente, sopravvissuto: "Ha visto la morte in faccia". Diventato celebre per essere stato il tenacissimo protagonista di Walker Texas Ranger, stato colpito da un doppio infarto mentre si trovava a Las Vegas con la moglie. I fatti risalgono alla notte tra il 16 e il 17 luglio scorsi, ma la notizia stata resa nota qualche giorno fa dal sito americano Radar Online, secondo il quale l'attore sarebbe stato "molto vicino alla morte". "Chuck Norris ha visto la morte in faccia", scrive il sito americano, che avrebbe appreso la notizia da una fonte vicina all'attore 77enne, leggenda delle arti marziali, diventato famosissimo grazie al nostro maestro Bruce Lee, che lo chiamo’ ad interpretare assieme a lui, il ruolo di quel famoso combattente giapponese nel film “L’urlo di Chen terrorizza anche l’occidente”, dove affronto’ lo stesso Bruce Lee nel colosseo. "Il doppio infarto avrebbe ucciso facilmente la maggior parte degli uomini della sua et - ha raccontato la fonte - ma Chuck ancora al culmine della sua forma fisica". Stando a quanto ricostruito da Radar Online, dopo aver partecipato ai campionati mondiali della United Fighting Arts, Norris rientrato insieme alla moglie Gena O'Kelley al Tonopah Station Hotel di Las Vegas. Tornato in camera, verso le 5.30 del mattino, l'attore ha accusato forti dolori al petto mentre stava facendo la doccia. Intervenuti, i soccorritori hanno iniziato a usare il defibrillatore, prima di portarlo in ospedale. Una volta giunto al nosocomio, Norris stato colpito da un secondo infarto. Fortunatamente, le sue condizioni si sono presto stabilizzate grazie all'intervento del personale medico. Dimesso dall'ospedale dopo qualche giorno di ricovero, il sette volte campione del mondo di Karate Shotokan, sta ora bene, ed e’ tornato alle sue attivita’ sportive, piu’ in forma di prima.