HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno IV  Numero 05

MAGGIO 2019


Quale sostanziale differenza puo' esistere tra' il concetto di guardia alta e quello di guardia bassa
________________________________________________________________________

Abbraccia il cambiamento. Sii aperto a cambiare. Impara ad amare il cambiamento. Il cambiamento è inevitabile. Non rimanere paralizzato di fronte al cambiamento. Sii aperto a tutti i possibili cambi di strategia, di metodi, e modi di approcciare il JKD, perche' il JKD è un organismo vivente, e per questa ragione e' naturalmente in costante processo."Bruce Lee". Bruce Lee pensava che il cambiamento fosse molto importante: "Cambiare con il cambiamento è uno stato immutabile". L'idea di Bruce su "Be water", riguarda l'adattamento al cambiamento perché la vita stessa è sempre diversa. Il cambiamento è una costante su livelli grandi o piccoli. Shannon Lee ha incluso anche lei nella sua personale esistenza, il valore fondamentale del principio del cambiamento, in quanto nel cosrso degli ultimi 30 anni, lei stessa e la sua famiglia sono stati partecipi di grandi e sostanziali cambiamenti, sia nell'ambito del loro lavoro, sia nell'ambito delle loro personali ambizioni. In questo articolo, affronteremo un importante tematica, molto attuale, e andremo a toccare uno fra' i piu' importanti insegnamenti filosofici imbastiti e portati avanti dallo stesso creatore dell'arte, arte intesa forse e soprattutto come dell'anima, della spiritualita' assoluta. L'argomento che tratteremo e' il concetto delle braccia sollevate o abbassate nella Natural Stance(posizione naturale di guardia)con conseguente prassi di comportamento dettato dallo stesso Bruce Lee sul proseguimento stesso di tale concetto durante una qualsiasi azione, sia provocata che subita. Questo delicato argomento, sta' senza ombra di dubbio marcando il terreno di quasi tutte le scuole di JKD del mondo, ma trovando delle opinioni senza ombra di dubbio molto diverse tra' loro, pur rimanendo sempre" Fra' virgolette",nel mondo dell'original. Adesso andiamo ad esaminare alcuni concetti di base, fondamentali per chiarire spero, in modo definitivo, il discorso sempre aperto del modello di guardia:

m125.jpg (21140 byte)

Le due posizioni di guardia qui sopra raffigurate, appartengono a un primo periodo di sperimentazioni costante da parte di Bruce, circa il suo modo di poterla vedere e organizzarla e metterla a punto nel piu' breve tempo possibile e nel migliore possibile dei modi esistnti in natura. Ancora oggi, molti praticanti di JKD, si ostinano a mantenere questa posizione di guardia anche quando fanno sparring , quando attuano i concetti di difesa, quando si muovono e quando soprattutto tirano pugni e calci. Ma tutto questo concetto, poteva andare bene fino al 1969, anche perche' e' stato un prototipo adottato e preso da Bruce dai principi del Wing chun e della boxe, ma che Bruce si accorse quasi subito avesse dei limiti molto profondi in quanto a liberta' e praticita', perche' per mantenere un movimento costante e in modo efficace, era necessario mantenere tutto il corpo tecnicamente rilassato e senza autocrearsi alcun ostacolo, ma tutto sarebbe dovuto andare in sintonia con tutto il corpo stesso, per cui ovviamente tutto questo non poteva essere garantito al 100% mantendo a lungo le braccia cosi alte. Fu' dopo il 1970, in seguito alle continue modifche e ai suoi continui studi, ricerche e progressi, che Bruce capi' che per mentenere il corpo in totale rilassamento, e fargli dare il massimo di se' stesso, bisognava liberarlo da ogni ostacolo tecnico e fatica fisica, e ne' ebbe la riprova, sperimentando di abbassare di netto tutte e due le braccia, ed eliminando del tutto, anche se in modo lieve, quella piccola fatica che si procurava nel tenere costantemente, sollevato il braccio avanzato, creandone una tensione, in modo prolungato. Qui sotto posteremo due foto della sua nuova e definitiva posizione(Natural stance),che mantenne fino al giorno della sua morte:
m126.jpg (33351 byte)
Questa posizione, che potremmo ancora definire, sempre fra' virgolette"On guard position", garanti' a Bruce una liberta' di esecuzione, in agilita', in efficacia e in prontezza, straordinarie. Io personalmente sono stato spesso criticato per non utilizzare quasi mai una posizione di guardia castigata con le braccia molto alte. Alla fine di ogni azione, nel mio sparring o nelle mie tecniche di difesa, ha da sempre adottato l'ultimo prototipo del maestro Bruce, riuscendo a muovermi, difendere ed attaccare senza alcun problema, ma senza per questo creare limitazioni mentali e tecniche nel mio metodo di esprimere il mio JKD. Vedete amici miei, capisco che sia molto difficile da comprendere questo concetto fondamentale, "La liberta' in tutti i sensi", che e' un concetto direttamente predicato ed inculacato a tutti noi dallo stesso Bruce. se si vuole fare il vero JKD, non con le chiacchere, ma con i fatti, bisogna abbandonare l'orgoglio, la sofferenza, la meccanicita', butta alle ortiche tutto quello che riguarda gli schemi, gli stili, i metodi e i preconcetti, che sono il veleno di questa nostra arte filosofia. Una mente intelligente ed esplorativa, dovra' impossessarsi di noi, causando quel cambiamento in positivo e quel salto di qualita' in termini di liberta' espressiva di noi stessi, che fino ad oggi non era mai esistito. Cerca di essere un praticante "curioso", e se vuoi diventare un vero artista marziale, cominci a ricercare dentro te stesso dove si trova la causa della tua ignoranza primordiale. La curiosità aiuta con gli altri valori fondamentali sul lavoro di cui abbiamo discusso, l'elevazione e la responsabilità personale. La curiosità si nutre di energia positiva creando un sollevamento al lavoro. La curiosità ti aiuta a essere personalmente responsabile del tuo lavoro in quanto sei curioso di sapere come fare meglio il tuo lavoro o di capire il compito che devi fare. Se dovessi all'improvviso riscoprirti interessato alla tua curiosità di come svolgere il tuo personale allenamento, farai ancora meglio il tuo lavoro se Imparerai ad essere più autosufficiente e personalmente responsabile mentre segui la tua strada per diventare un ottimo praticante. Ricordati che la curiosità non ti portera' mai su un percorso scontato, se stai seguendo la tua curiosità, e' perche' sarà per te una strada tortuosa, anche se cio' dovesse portarti in un vicolo cieco, ma posso garantirti che imparerai anche da quello. "Bruce Lee". Bruce Lee fu' da sempre un uomo curioso, nulla poteva trattenerlo dal ricercare, inventare e sperimentare sempre cose nuove ediverse tra' loro, ma soprattutto guardava costantemente a ciò che avrebbe potuto fare anche in futuro. Se sei curioso di sperimentare questo cambiamento nella tua vita, sposta tutta questa intera esperienza a riuscire a capire ciò che il cambiamento stesso ti potrebbe portare. "Non ci sono limiti. Ci sono solo altipiani, ma tu non devi restare lì ad osservarli e basta, devi andare oltre, ma con i fatti. " E per finire, chiudiamo questo nostro intressante articolo, con il darvi l'ultimo consiglio: Come ancora oggi direbbe Bruce Lee: "Sii un Eterno Studente" e "Cerca costantemente la tua esperienza". Non ci dobbiamo sentire mai degli artisti marziali arrivati, e mai dovremo arrogarci la pretesa di giudicare gli altri, sentendoci di fatto superiori, chi perche' si e' allenato con Ted Wong o chi perche' si e' allenato con Dan Inosanto o con tantisimi altri personaggi che hanno orbitato o orbitano ed interagiscono ancora oggi col nostro mondo. Cio' che abbiamo, se riteniamo che sia di piu' di cio' che abbiano potuto avere altri, deve servire per aiutare, per mettersi molto umilmente al servizio degli altri, e consegnargli con amore cio' che non hanno avuto e cercando nello stesso tempo di ricevere cio' a loro volta non hanno ricevuto. Se il JKD lo si vive in questo modo, con passione, altruismo, e UMILTA', allora il maestro Bruce Lee non sara' morto in vano. Ma se dobbiamo continuare ad utilizzare il nome dell'arte e del suo fondatore per noi stessi, per il nostro orgoglio, per dire agli altri che sono cacca e che quello che gli portiamo noi e' oro, allora amici miei lettori, posso anticipatamente dirvi che abbiamo fallito tutti, e che il povero Bruce Lee puo' rassegnarsi in eterno, poiche' avra' fallito.