pubbli6.gif (12403 byte)

HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno II  Numero 06

GIUGNO 2017


Yin Yang nella cultura filosofica di Bruce Lee
________________________________________________________________________

Negli articoli presentati nei mesi precedenti trascorsi, vi avevamo gia’ presentato questo importante argomento, di conoscenza necessaria per chi si voglia avvicinare alla nostra arte o comunque e’ gia’ un praticante navigato. IL simbolo , il Yin Yang è in realta’ un cerchio con due incastri a formare due gocce in due colori complementari ma diversi fra’ loro, con un punto su ogni lato: questo e’ il tradizionale cerchio, simbolo del TAO. E utilizzato ormai nella stragrande maggioranza delle diverse culture popolari, ma è una filosofia di base cinese. Il lato Yang rappresenta la positività, la fermezza, la mascolinità, la sostanzialità, la luminosità, il giorno, e di calore. Il lato Yin rappresenta la negatività, la morbidezza, la femminilità, inconsistenza, il buio, e la freddezza. Estratto dal libro 1 del capitolo 28 del Tao Te Ching: "Conosci il maschile, ma mantenendo il femminile. Ed essere una parte valle, e dall’altra regno. Se sarete una valle dal regno potrete attingere costante virtù la quale non vi lascerà mai e poi ritornerete di nuovo alle vostre origini. Conoscere cio’ che brilla, pur rimanendo nell’oscurita’. Se rappresenterete un modello per il regno, allora la virtù non vi mancherà e tornerete ad una fase primordiale. Pertanto sara’ di estrema importanza Conoscere la gloria suprema, ma mantenendosi umili facendo parte della valle del regno. Se sarete quindi la valle del regno, la vostra virtù sarà completa e si ritornera’ indietro di nuovo e cosi via. Bruce Lee, ebbe modo e capacita’ di prendere tale filosofia, inebriante e inaudita per moltissimi, e le diede lo scopo che piu’ le si addiceva, incastonandola in un contesto del tutto umano, dove l’essere umano, era al centro dell’universo e che lo vedeva l’artefice di quel cambiamento filosofica arcaico, che da millenni perpetuava le coscienze di ognuno. Bruce illustra il TAO in modo divertente; Invece di vedere l’Yin e Yang come opposti, Bruce direbbe che essi siano complementari l'uno all'altro. Ha piu’ volte spiegato che la teoria di base dell’ Yin Yang è quella del: "nulla è così stabile da non cambiare mai." Invece di opposizione, vi è cooperazione. Il simbolo adottato da Bruce per il Jeet Kune Do è un simbolo Yin Yang modificato alla quale lui ha aggiunto due frecce, una da un lato ed una dall’altro, disegnando un tragitto circolare in senso orario proseguenti nella verso la stesa direzione, per rappresentare la continua interazione delle due parti e due frasi scritte in cinese cantonese intorno alle frecce stesse che recitano:: "Utilizza un non metodo come metodo, avendo nessun limite come limite." Bruce fece costruire dal suo caro amico Jim Lee 4 placche di legno quadrato che nel loro interno, mostravano le 4 fasi dell’evoluzione della crescita nelle arti marziali di un uomo: la parzialità, la fluidità, il vuoto, e il simbolo colorato completo del Jeet Kune Do. Bruce vi incorporo’ la sua personale visione dello Yin Yang nella sua metodologica pratica marziale, non solo riuscendo a mostrare da un lato durezza e tenacità, ma dall’altro perfino dolcezza e morbidezza, Perché a volte, diceva, è necessario fluire insieme all'energia del tuo avversario invece di fermarsi sempre o colpire. Yin e Yang si aiutano a vicenda e sono in relazione armonica tra loro. Questo legame fra’ l'idea di individualità armoniosa, e il modo di coltivare se stessi per riuscire a formare un individuo, riesce ad essere in armonia con tutto il mondo che ci circonda.
"Il Taoismo è la filosofia dell'unità essenziale dell'universo, del livellamento di qualsiasi differenza esistente, la relatività di tutte le norme, e il ritorno del tutto al nulla, che e’ rappresentato dall'intelligenza divina, la fonte di tutte le cose. Da questo nascono naturalmente l'assenza di desiderio di guerre, contese, e le lotte per il sopravvento su altri individui. Bruce sottolinea la non-resistenza che e’ l'importanza della dolcezza ".
"Nessuno dovrebbe seguire un altro e subirlo passivamente, si deve imparare che c'è sempre un modo opposto che puo’ sempre essere adottato di seguito. Uno deve avere quello che gli occidentali chiamano 'spina dorsale'. Per lo stesso motivo non si dovrebbe mai essere completamente fermi. La risoluzione deve essere ammorbidita per bene dalla compassione ".
"La fluidità porta alla intercambiabilità, l'auto conoscenza porta alla consapevolezza, la totalità porta alla libertà definitiva."Parole e filosofia di Bruce Lee.”