pubbli6.gif (12403 byte)

HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno II  Numero 06

GIUGNO 2017


Allenare il torace col metodo Bruce Lee
________________________________________________________________________

Il nostro articolo di questo mese, come annunciatovi la scorsa uscita, si focalizzera’ su’ un altro dei particolari allenamenti scelti dal nostro maestro Bruce, per rinforzare e costruire alla meglio il torace di un qualsiasi atleta, non solo di JKD. Per cui di seguito, pubblicheremo un paio di esercizi fisici consigliati all’epoca dal nostro maestro, ma che ancora oggi sono di attualita’ ed efficacia nel raggiungimento dello scopo da noi prefissato; dovete sapere che Bruce non ha mai desiderato avere un torace grosso, da body builder ad esempio, per il semplice motivo che secondo il suo punto di vista, non si presentava funzionale abbastanza suoi scopi, e avrebbe impedito a qualsivoglia praticante, dei giusti ed efficaci movimenti atti a realizzare una buona prestazione in agilita’ e un ottima risposta in quanto a movimento agile e ben coordinato. Infatti, riteneva che un torace eccessivamente sviluppato, rappresentasse un pesante ostacolo che avrebbe potuto impedire a qualsiasi genere di persona di ripararsi correttamente, qualora avesse subito un colpo improvviso alla sezione mediale. Tuttavia Bruce Lee riconosceva l’importanza di un allenamento corretto ed intenso, senza allo stesso tempo dove rinunciare a possedere un torace forte. Una struttura toracica di discreto volume, aiuta tantissimo il plesso solare e le braccia ad avere risultati eccellenti nello sferramento dei pugni e nello stesso tempo donera’ all’atleta una maggiore potenza e sicurezza al momento che’ verra’ sferrato il colpo, e quando avra’ impattato per bene, beh li’ si vedranno le conseguenze per chi lo avra’ ricevuto. Anche i pettorali sono coinvolti in ogni tipo di pugno, come i montanti, i ganci e i diretti, dato che la loro funzione primaria è far muovere il braccio da una posizione distesa al massimo verso la linea centrale del corpo. Le istruzioni che seguono, furono scritte da Bruce Lee per il suo allievo Dan Inosanto e documentano la conoscenza di Bruce Lee delle varie regioni del petto, su cui si concentrano gli esercizi specifici per il torace. Ogni esercizio va eseguito per 3 serie da 12 ripetizioni, e per eseguire correttamente gli esercizi consigliati sulla bench press, sdraiatevi su una panca piana in modo da avere le spalle ben ferme contro di essa. Sollevate un bilanciere con le braccia tese ed una presa larga, poi, appena raggiunta la massima altezza che le vostre braccia tese potranno raggiungere, abbassate il bilanciere fino a raggiungere il petto, poi portatelo sopra la testa con le braccia tese assicurandovi che rimanga abbastanza in alto sopra il torace e non si sposti troppo verso gli addominali quando viene abbassato. Naturalmente Bruce Lee conosceva bene il proprio corpo, soprattutto quando c’era da usare braccia e gomiti, in quanto nell’esercizio di base del Wing Chun tradizionale, le prime basi e principi che il praticante deve allenare, seguire e studiare, saranno gli esercizi di rinforzo dei gomiti(principio del gomito fisso),con risultati stupefacenti perche’ il rinforzo delle braccia stesse, sara’ ottenuto da un tale allenamento, dove il braccio riuscira’ ad ottenere una tenuta forte e tenace per il fatto che tutte le parti da cui e’ composto, braccio, avambraccio e polso, raggiungeranno un potenziamento straordinario e il corpo riuscira’ a sfruttare con pochissima forza, una tenuta eccezionale, anche sotto un bilancere molto pesante, tenuto con le due braccia distese al massimo in modo verticale(dal basso all’alto)ed in condizione supina con la faccia rivolta verso l’alto. Consigliamo altresi’ di inspirare bene ed in modo corretto, senza fretta possibilmente, quando abbassate il bilanciere al petto, ed espirate mentre completate l’intera distensione a braccia tese. La bench press con la Mery Circuit Trainer, ha effetto prima di ogni altro risultato sull’intera massa muscolare dei pettorali, mentre è opinione comune tra i body builder,che le distensioni su una panca inclinata si concentrino sulla parte superiore dei pettorali e che quelli su una panca abbassata si focalizzino sulle sezioni inferiori ed esterne del complesso dei muscoli pettorali. Tutte e tre le variazioni sforzano anche le teste dei deltoidi anteriori-mediali, i tricipiti e i muscoli della parte superiore della schiena. Dato che Bruce usava una panca piana quando eseguiva le press con la macchina, questo sarà il movimento su cui ci concentreremo. Infilate una panca corta fra le maniglie della stazione di bench press della Marcy Circuit Trainer; la panca dovrebbe essere posizionata in modo che le articolazioni delle spalle si trovino sotto le maniglie quando sarete sdraiati e di conseguenza, allungatevi per afferrare le maniglie con una presa dall’alto verso il basso. Tendete le braccia fino a quando non saranno completamente tese sopra le spalle, Assicurandovi di tenere indietro i gomiti mentre eseguite il movimento e piegando lentamente le braccia finchè le mani non si troveranno all’altezza delle spalle. Senza far rimbalzare i pesi sulla pila, spingete lentamente le maniglie verso l’alto finchè le braccia non sono di nuovo tese, e cosi’ facendo fino a quando non terminerete le serie che il vostro SIFU, tecnico, Trainer o istruttore di fiducia vi ha prescritto di eseguire.