HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno V  Numero 01

GENNAIO 2020


Se Chuck Norris, picchio’ davvero Bruce Lee
________________________________________________________________________

In questo interessantissimo articolo, di interessante curiosita’, parleremo di una leggenda metropolitana che si trova in giro da 46 anni, cioe’ dal periodo in cui Bruce Lee giro’ il combattimento con Chuck Norris nel colosseo. La nostra redazione e’ riuscita ad avere delle informazioni a riguardo, e nel frattempo siamo riusciti a scoprire che su youtube, si sono aperti moltissimi canali appartenenti a gente, che da diversi anni sta’ lavorando per cercare di sfatare il mito, la leggenda, nonche’ il personaggio stesso di Bruce Lee, con ogni sorta di invenzioni e false asserzioni, nonche’ di storie non vere o addirittura inesatte su di lui. Partiamo dalla falsa storia, che e’ un invenzione vera e propria, sul fatto che l’attore Chuck Norris, sia riuscito a picchiare Bruce Lee con cosi’ tanta facilita’, fino a riuscire a mandarlo in ricovero al Gemelli di Roma, esattamente per avergli rotto due costole, e tutto questo e’ stato fatto in modo volontario; inoltre sappiamo che in giro circoli ancora voce che chiunque, se avesse voluto, avrebbe potuto visionare il referto, referto che, a quanto affermano questi sedicenti, falsi storici, si troverebbe ancora, sempre nello stesso ospedale, a disposizione di chiunque voglia consultarlo. Tutte queste storie false, montate ad ok per mandare fuori strada gli amanti e i veri seguaci di Bruce, sono state messe in giro per tentare di smontare il grande mito di Bruce Lee. Secondo questi falsi storici, Bruce e’ stato sempre e solo un Fake, diciamo un Bluff tanto per intenderci. Ma cio’ che ci dispiace di piu’, e’ il fatto che Bruce non e’ piu’ in vita per potersi difendere e dimostrare, come avrebbe gia’ fatto un tempo, che tutte queste dicerie, sono solo calunnie montate e costruite in modo professionale. Una sera degli anni 80, durante una cena di attori e personaggi famosi del calibro di Jacky Chan, Jet Lee, e nella quale si trovava anche Norris, a quest’ultimo venne posta una domanda, e cioe’ se fosse vero o no che con una delle sue tecniche, fosse riuscito a mandare in ospedale Bruce; egli ha risposto, in mezzo a tanta confusione di voci: “ma state scherzando, vero? Bruce Lee se avesse voluto, mi avrebbe fatto facilmente a pezzi…Con lui era vietato scherzare”…Tutto questo fu’ registrato con un microfono nascosto e a completa insaputa dello stesso Norris, il quale dopo un breve periodo di tempo, venne a sapere la verita’, cioe’ che fosse stato messo alla prova su quella verita’. Tutto questo per dirvi cari lettori, che se ne sentono di cotte e di crude contro i veri professionisti, contro coloro che come Bruce, avevano perfezionato in modo millimetrico la loro capacita’ di allenarsi e conseguentemente esprimersi nel mondo delle arti marziali. Bruce Lee fu’ un fenomeno unico della sua epoca, ed il suo esempio e’ ancora sotto i nostri devoti occhi, e grazie a Dio esistono ancora persone appassionate che ne’ portano avanti le sue verita’ storiche, poiche’ come sappiamo, bastera’, con un minimo di onesta’ intellettuale e buona volonta’, documentarsi decentemente per capire quanto Bruce amasse cio’ che faceva e quanto amore e passione avesse nel divulgarlo a voce, o tramite dimostrazioni(Long Beach 1964- 1968), e tramite i suoi preziosi ed importanti appunti, appunti che per fortuna Bruce ci ha tramandato, per riuscire a comprendere dalla sua stessa mano, quale fosse la sua vera volonta’ per praticare in modo corretto, senza creare stili o modelli specifici, la sua arte- filosofia, ma anche le arti marziali in genere, come lui stesso le intendeva e come i suoi veri seguaci dovrebbero tutti fare. Cio’ che e’ richiesto, e’ solo quello di esprimersi senza condizionamenti di alcun genere, ma soprattutto nella piena liberta’ per ognuno, nell’interpretare i principi che Bruce ha costruito ed inserito nella nostra filosofia.