HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno VI  Numero 12

DICEMBRE 2021


On guard position si’, ma cosa c e’ veramente dietro di essa?
________________________________________________________________________

La posizione di "On Guard position", è quella che Bruce Lee considerava la sua posizione di riposo in JKD. Questo modo di porsi in guardia, rappresenta il posizionamento ottimale da cui chiunque, durante l’addestramento, può iniziare un qualsiasi movimento. La posizione di guardia del JKD, può, oltre ogni cosa, essere usata come metafora per ottenere anche delle guide per orientarsi meglio anche nella vita, seguendo uno stile di vita corretto. La posizione in guardia sperimentata da Bruce, era costituita da una forte posizione laterale in avanti, come ad esempio puo’ essere la guardia destra, che in genere e’ sempre la guardia migliore. Tale posizione, era corredata da un passo naturale(quale ad esempio poteva essere il push step) ed e’ tutt’ora costituita da una posizione che si trova a meta’ strada fra’ il frontale ed il leterale, con un bilanciamento alla pari fra’ la gamba avanzata e quella arretrata(50% e 50&), col piede davanti leggermente inclinato verso sinistra rispetto a chi e’ messo in guardia, mentre il piede di dietro presenta un tallone leggermente sollevato che deve fungere da “serpente arrotolato”, come soleva sempre chiamarlo Bruce, ma sempre pronto a scattare. “La posizione di guardia è quella posizione più favorevole all'esecuzione meccanica di tutte le tecniche e abilità complessive che si possono avere a disposizione nel JKD. Essa permette un completo rilassamento, ma allo stesso tempo dona ai muscoli interessati la tensione più favorevole per far si da eseguire tutte le tecniche in tempi rapidissimi. La posizione di guardia, non deve prevedere soltanto il piccolo atteggiamento fasico a ginocchia flesse, ma soprattutto deve essere utile per un corretto atteggiamento spirituale oltre che tecnico. Quale potrebbe essere la tua reale posizione da traslare nella tua vita di tutti i giorni, che ti fara’ muovere in modo potente, dinamico e veloce, con la massima facilita’ e scioglievolezza, riportata nella tua realta’ quotidiana? Il modo in cui ci poniamo e ci muoviamo fisicamente in questo mondo, rapportato in parallelismo alla tecnica applicata, proietta e trasmette tutte le nostre idee e mentalità, a grandi cambiamenti spirituali. “ Si deve sapere che Il nostro corpo è l’espressione piu’ profonda e completa del nostro spirito”. Quindi: La posizione di guardia è "Un'organizzazione semplice ma efficace di se stessi, sia mentalmente che fisicamente". Cosa potrebbe servirti di piu’ per essere completamente preparato nella tua mente e nel tuo corpo, in modo da poterti muovere nella tua vita molto più facilmente? "L'equilibrio da mantenere è la cosa più importante nella posizione di guardia". “La posizione adottata, dovra’ donare il massimo della disinvoltura e rilassamento, uniti ad una corretta scioglievolezza nei movimenti, istante per istante.” Ci vuole molto lavoro personale, grande scoperta di sé stessi e tantissima pratica ed esperienza per riuscire a capire per sempre ra’ assumere le caratteristiche di ognuno, e non potra’ mai essere identica a quella di un altro, soprattutto nel movimento da effettuare. “Una postura che deve essere corretta ma nello stesso tempo personale, è una questione di efficace organizzazione interiore del corpo, che potra’ essere raggiunta solo con una pratica lunga e ben disciplinata.” Non importa quanto sia ben rifinita la tua esibizione all'esterno, se non sei in armonia ed equilibrio con il tuo spirito interiore, allora ti stancherai molto presto. Ci vuole un grande sforzo per mantenere una corretta performance. “Il posizionamento fondamentale si studia e si allena all’inizio della pratica.” Qual è il tuo posizionamento di base? Quando scoprirai come comporti stando in guardia, imparerai ad andare avanti anche nella vita normale, riuscendo ad affrontare bene i problemi di ogni giorno. “Pratica l'esplosione istantanea dalla neutralità e mantieni la neutralità nell'impegno, il tutto in un flusso costante e uniforme.” “Esercitati costantemente ad applicare TUTTI gli strumenti che conosci proprio dalla posizione di guardia e impara bene a tornate alla posizione di partenza con la massima rapidità possibile. Impara ad accorciare sempre di più il gap time che esiste gia’ tra’ posizione iniziale di base ed una esecuzione successiva. Facilità, velocità, reaction.” È impossibile trovarsi sempre in uno stato di neutralità, in qualunque cosa incontriamo o facciamo nella vita. Ci saranno momenti in cui le diverse circostanze ci butteranno fuori dalla nostra zona neutra, mentre ci verrà richiesto di agire rapidamente. Ma è importante quanto velocemente possiamo tornare alla nostra base di partenza, e quindi potremo avere ogni possibilita’ per riflettere su ciò che è accaduto con più chiarezza. Se pensi che ti ci vorra’ molto tempo per tornare alla tua posizione di base, allora queste che ti sto’ elencando, potranno rappresentare delle informazioni importanti e necessarie che devi conoscere. “Non vi fate trovare mai tesi, ma pronti al massimo; non dovrete pensare ma non sognare; non siate rigidi, ma flessibili. Siate totalmente e silenziosamente vivi, consapevoli e vigili, pronti per qualunque cosa o evento possa capitarvi.”