HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno IV  Numero 04

APRILE 2019


Vera biografia di Bruce Lee
________________________________________________________________________

"Svuota la mente, sii senza forma, senza forma come l'acqua. Ora, se metti l'acqua in una tazza, diventerai la tazza, se metti l'acqua in una bottiglia, diventera' la bottiglia, mentre se la metti in una teiera, essa a sua volta diventera' la teiera. L'acqua può travolgere, l'acqua può schiantarsi. Sii acqua, amico mio. "
Bruce Jun Fan Lee(Lee Siu Loong) è nato nel 1940 a San Francisco, in California, mentre i suoi genitori erano in tournée con l'Opera cinese. Alla fine cresciuto a Hong Kong, Bruce Lee era un attore bambino che appare in più di 20 film. All'età di 13 anni, Bruce ha iniziato lo studio del Wing Chun Gung Fu sotto il rinomato maestro, Yip Man. Bruce ha lasciato Hong Kong all'età di 18 anni, nel 1958, è arrivato negli Stati Uniti e si reco' a Seattle, Washington, dove lavoro' nel ristorante di un amico di famiglia. Presto si iscrisse all'Università di Washington dove conseguì una laurea in filosofia. Bruce iniziò a insegnare Gung Fu a Seattle e presto aprì la sua prima scuola, il Jun Fan Gung Fu Institute. Seguirono altre due scuole a Oakland e Los Angeles. Contemporaneamente Bruce sposò sua moglie Linda, che conobbe a Seattle ed ebbe due figli, Brandon e Shannon. A metà degli anni Sessanta, Bruce fu scoperto mentre faceva un'esibizione al Long Beach Internationals e presto per lui arrivo' il ruolo di Kato nella serie tv, The Green Hornet . Durante questo periodo, Bruce sviluppò anche la sua personale arte marziale, che alla fine chiamo' Jeet Kune Do (tradotto:la via del pugno che intercetta). L'arte di Bruce era intrisa di fondamenta filosofiche, ma non si sarebbe dovuta basare su antiche tradizioni marziali. Invece sarebbe dovuta essere caratterizzata da idee di semplicità, immediatezza e soprattutto di libertà personale. Dopo la cancellazione della serie The Green Hornet, Bruce incontrò molta difficolta' nel farsi conoscere e apprezzare mentre lavorava a Hollywood, e quindi si diresse a Hong Kong per perseguire la carriera cinematografica. A Hong Kong realizzo' 3 film, che hanno consecutivamente battuto tutti i record di botteghino e messo in mostra le sue arti marziali in un modo completamente nuovo. Hollywood prese nota e presto Bruce, si ritrovo' a fare la sua prima coproduzione Hollywood / Hong Kong con un film chiamato Enter the Dragon(I tre dell'operazione drago). Sfortunatamente, Bruce Lee morì nel 1973, prima che questo film venisse pubblicato. In questo film, egli stesso riusci' a catapultarsi verso una piu' grande fama internazionale. Oggi l'eredità di auto-espressione, uguaglianza e innovazione pionieristica di Bruce Lee, continua a ispirare milioni di persone in tutto il mondo. Bruce Lee Jun Fan, nacque nell'ora del Drago, tra le 6 e le 8 del mattino, nell'anno del Drago del 27 novembre 1940 al Jackson Street Hospital nella Chinatown di San Francisco. Bruce era il quarto figlio nato a Lee Hoi Chuen e sua moglie Grace Ho. Aveva due sorelle più grandi, Phoebe e Agnes, un fratello maggiore, Peter, e un fratello minore, Robert. I genitori di Bruce gli consegnarono il nome di "Jun Fan". Il nome inglese, BRUCE, fu' dato al bambino da un'infermiera nel Jackson Street Hospital, anche se non fu' mai usato fino alla scuola secondaria, quando inizio' a studiare la Lingua inglese. All'età di tre mesi, Lee Hoi Chuen, sua moglie Grace e il piccolo Bruce tornarono a Hong Kong dove Bruce fu' allevato fino all'età di 18 anni. Il ricordo più importante di Bruce, dei suoi primi anni, fu' l'occupazione di Hong Kong da parte dei giapponesi durante la Seconda guerra mondiale(1941-1945). All'età di 13 anni, Bruce fu presentato al Maestro Yip Man, che all'epoca era un insegnante di Wing Chun Kung Fu. Per cinque anni Bruce studiò diligentemente e divenne molto abile in questa nobile arte. Egli rispettava e riveriva moltissimo Yip Man come maestro e saggio, e si preparo' con lui in modo frequente, fino agli anni successivi. Al liceo, si cominciarono a vedere i primi successi di Bruce, con la famosa vittoria conseguita a pieni punti nel campionato di boxe interscambio contro uno studente inglese, in cui venivano seguite le regole del marchese di Queensbury, David Copperfield, dove non era consentito calciare. Bruce fu' anche un ballerino eccezionale e nel 1958 vinse il campionato di Cha Cha di Hong Kong. Studio' sempre con destrezza assidua il suo Gung Fu, portando sempre con se' un taccuino all'interno del quale aveva annotato 108 diversi passi di cha cha. Oltre ai suoi studi di Gung Fu e danza, Bruce fu' anche un attore bambino sotto la tutela di suo padre, che doveva aver gia' capito che suo figlio Bruce, fin da bambino, possedesse un vero talento da showman. All'età di 18 anni, era gia' apparso in 20 film. Sempre a questa eta' Bruce fu' alla ricerca di nuove prospettive per la sua vita, così come i suoi genitori che erano scoraggiati dal fatto che Bruce si fosse messo nei guai e non avesse fatto più progressi accademici. Nell'aprile del 1959, con 100 dollari in tasca, Bruce salì a bordo di una nave a vapore nella American Presidents Line e iniziò il suo viaggio verso San Francisco. Bruce non rimase a lungo a San Francisco, ma si recò a Seattle dove un amico di famiglia, Ruby Chow, all'epoca aveva un ristorante e gli promise un lavoro e un alloggio. Ormai Bruce aveva abbandonato le sue passioni di recitazione e danza coltivando l'intenzione di proseguire la sua educazione. Si iscrisse alla Edison Technical School dove ha soddisfatto i requisiti per l'equivalente della maturità e poi si iscrisse all'Università di Washington. All'università, Bruce si laureo' in filosofia. La sua passione per il Gung Fu ispirò il suo desiderio di approfondire le sue tante basi filosofiche e molti dei suoi saggi scritti in quegli anni avrebbero messo in relazione i principi filosofici con alcune tecniche di arti marziali. Nei tre anni in cui Bruce studiò all'università, si sostenne insegnando il gung fu, avendo ormai rinunciato a lavorare nel ristorante, a riempire giornali o altri strani lavori. La piccola cerchia di amici che Bruce stava insegnando lo incoraggiò ad aprire una vera scuola di gung fu e ad addebitare una somma nominale per l'insegnamento per mantenersi mentre frequentava la scuola. Uno dei suoi studenti nel 1963, fu' una vera matricola all'Università di Washington, Linda Emery. Linda sapeva chi fosse Bruce, da quando partecipava sempre alle sue conferenze in filosofia cinese, alla Garfield High School dove fu' una studentessa, e nell'estate dello stesso anno, dopo essersi diplomata, fu' invitata personalmente dalla ragazza cinese di Bruce, Sue Ann Kay, a partecipare alle sue lezioni. Linda iniziò cosi' a frequentare Bruce nella sua scuola a prendere lezioni di Gung Fu. Bruce, in seguito a feroci litigi e discussioni gravi con la sua ragazza cinese, decise di lasciarla definitivamente, e di sposarsi con Linda nel 1964. A quel tempo, Bruce aveva deciso di fare carriera per insegnare il Gung Fu. Lasciando la scuola di Seattle nelle mani di Taky Kimura, Bruce e Linda si trasferirono a Oakland dove Bruce aprì la sua seconda scuola con James Lee. Essendo rimasto negli Stati Uniti per cinque anni, Bruce capi' che avrebbe potuto fare carriera nell'insegnamento delle arti marziali, e si dedico' completamente a questa sua ultima scelta scegliendola da professionista. Nel 1964 Bruce fu sfidato da alcuni uomini del Gung Fu di San Francisco che obiettarono sulla sua capacita' di insegnante e facendogli giungere per iscritto la proibizione all' insegnamento dell'arte a studenti non cinesi. Bruce accettò la sfida e alcuni brutti ceffi si presentarono cosi' al kwoon della sua scuola di Oakland, nel giorno stabilito per il faccia a faccia. I termini erano che se Bruce fosse stato sconfitto, avrebbe dovuto smettere di insegnare ai non cinesi. Risulto' un combattimento breve con il suo avversario, che si arrese quando Bruce lo scaravento' in terra e lo blocco' sul pavimento. Anche se aveva vinto, si dimostro' triste e scoraggiato, solo per la sua incapacità di terminare l'incontro in meno di tre minuti. Ciò segno' un punto di svolta per Bruce nell'esplorazione della sua arte marziale e il miglioramento della sua forma fisica. Proprio mentre Bruce stava cementando i suoi piani per espandere le sue scuole di arti marziali in ogni parte dell'america, il destino intervenne di nuovo e in modo drastico, inducendolo a spostarsi di nuovo, insieme a tuta la sua famiglia, verso un un'altra direzione. Nell'agosto del 1964, Ed Parker, considerato il padre dell'americano Kenpo, invitò Bruce a Long Beach, in California, a dare una dimostrazione al suo primo torneo internazionale di karate. Un membro del pubblico era Jay Sebring, noto hair stylist delle star. Jay parlando, disse al suo cliente produttore, William Dozier, di aver visto questo giovane cinese spettacolare dare una dimostrazione di Gung Fu solo poche notti prima. Il signor Dozier cosi', ottenne una copia del film che fu' preso al torneo di Ed Parker. La settimana successiva chiamò Bruce a casa sua a Oakland e lo invitò a venire a Los Angeles per un provino sullo schermo. In quel periodo le cose stavano cambiando anche nella vita personale di Bruce. Suo figlio Brandon Bruce Lee, nacque il 1 ° febbraio 1965. Una settimana dopo, il padre di Bruce, Lee Hoi Chuen, mori a Hong Kong. Bruce ne fu' contento che suo padre avesse saputo della nascita del primo nipote della famiglia Lee. Bruce era in un periodo di transizione in quel momento, e si trovo' a decidere se continuare ad avere un posto nella recitazione come sua carriera o continuare sulla strada marziale, aprendo scuole nazionali di Gung Fu. La sua decisione fu' di concentrarsi sulla recitazione e vedere se fosse riuscito a trasformare la sua esistenza in una carriera produttiva, che pero' non avrebbe nascosto la sua passione per le arti marziali. Bruce amo' tanto insegnare il Gung Fu e amava soprattutto i suoi studenti. Tuttavia, comincio' a vedere che se le sue scuole, stavano diventando molto frequentate, lui avrebbe perso il controllo della qualità nell'insegnamento. Gli anni tra il 1967 e il 1971 furono anni magri per la famiglia Lee. Bruce lavoro' duramente per promuovere la sua carriera di attore e ottenne alcuni ruoli in alcune serie TV e film.(Vedi filmografia). Per sostenere la famiglia, Bruce teneva lezioni private di Jeet Kune Do, spesso a persone dell'industria cinematografica e dell'intrattenimento. Tra i suoi clienti c'erano Steve McQueen, James Coburn, Stirling Silliphant, Sy Weintraub, Ted Ashley, Joe Hyams, James Garner, Kareem Abdul Jabbar Roman Polansky e tanti altri. Un'altra benedizione fu l'arrivo di una figlia, Shannon Emery Lee, il 19 aprile 1969. Questa bimba portò molta gioia all'interno della famiglia Lee. Durante questo periodo Bruce continuò il processo che aveva iniziato a Oakland nel 1964, l'evoluzione del suo modo di concepire le arti marziali. Bruce era devoto alla cultura fisica e si allenava costantemente. In realtà era la sua noncuranza e spregiudicatezza a causare un infortunio che sarebbe diventato una fonte cronica di dolore per il resto della sua vita. In un giorno del 1970, senza riscaldarsi, ma sappiamo che lo faceva sempre, Bruce raccolse un bilanciere da 125 libbre e fece un esercizio di "buon giorno" col risultato che si paralizzo' gravemente la schiena. Dopo molti esami dolorosi e molti test, fu' determinato che si trattasse di una lesione al quarto nervo sacrale. Gli fu ordinato di stare a riposo a letto e nel mondo medico si penso' e si disse che senza dubbio, non avrebbe mai più potuto praticare il Gung Fu. Per i successivi sei mesi, Bruce rimase paralizzato a letto. Questo' rappresento' per lui un periodo estremamente frustrante, deprimente e doloroso, ma nello stesso tempo, ebbe comunque modo e tranquillita' per ridefinire i suoi obiettivi. Fu' proprio durante questo periodo storico infatti, che pote' dedicarsi con grande calma a tutti gli scritti che di lui oggi conosciamo, tutti scritti che sono ancora oggi conservati. Dopo diversi mesi, nel 1970, quando Bruce inizio' il suon recupero dall'infortunio alla schiena, fece un viaggio ad Hong Kong con suo figlio Brandon di cinque anni. Fu' proprio ad Hong Kong che Il grande produttore Raymond Chow lo contatto' per interessarlo a poter produrre i due film per la Golden Harvest. Bruce decise di acc,ontentarlo ragionando sul fatto che se non fosse riuscito ad entrare dalla porta principale degli studi americani, sarebbe andato ad Hong Kong, si sarebbe stabilito lì e sarebbe tornato dalla porta centrale. Nell'estate del 1971, Bruce lasciò Los Angeles per volare a Hong Kong, poi in Tailandia per la realizzazione di "The Big Boss", in seguito chiamato anche "The Fist of Fury". Sebbene le condizioni di lavoro fossero difficili e la qualità della produzione era al di sotto di quello che Bruce desiderasse raggiungere, "The Big Boss" fu un enorme successo. Nel settembre del 1971, con l'inizio delle riprese del secondo film contrattuale, Bruce trasferì la sua famiglia ad Hong Kong. "Fist of Fury", detto anche "Chinese Connection", è stato un successo ancora più grande del primo film che ha battuto ogni record al botteghino di tutti i tempi. Quando Bruce completo' il suo contratto con la Golden Harvest e si era trasformato anche lui in un piccolo milionario, pote' cominciare a pretendere più qualita' nei suoi film. Per il terzo film, ha formato una partnership con Raymond Chow, chiamato Concord Productions. Bruce non scrisseolo "The Way of the Dragon", anche chiamato "Return of the Dragon", ma lo diresse anche e poi lo produsse. Ancora una volta questo terzo film, batte' tutti i record possibili ed immaginabili per quel periodo e cosi' ad Hollywood non rimase che rimanere in ascolto.