HOME PAGE

                           Direttore Sifu Alessandro Costantino        Anno IV  Numero 04

APRILE 2019


Riforma la formula
________________________________________________________________________

"Molte persone sono ancora legate alla loro tradizione, e di conseguenza quando tale generazione dice" no "a qualcosa, allora anche queste altre persone la disapprovano fortemente: se gli anziani dicono che qualcosa non va, o addirittura stanno dicendo di no, allora anche noi dobbiamo credere che sia sbagliato sul serio. Raramente usano la loro mente per scoprire la veritÓ e raramente esprimono sinceramente il loro vero sentimento: la semplice veritÓ Ŕ che queste opinioni su' cose come il razzismo sono tradizioni, che non sono altro che una "formula" stabilita dall'esperienza di queste persone anziane. Mentre progrediamo e il tempo cambia, Ŕ necessario riformare questa formula ... Io, Bruce Lee, sono un uomo che non segue mai queste formule dei venditori di paura, quindi, a me non importa se un essere umano dovesse risultare nero o bianco, rosso o blu, non mi importa assolutamente di tutto questo, posso benissimo fare amicizia con essa senza alcun problema di sorta e senza cercare di creare alcuna barriera. " Bruce Lee. Bruce Accoglieva ed insegnava apertamente a tutti i tipi di studenti, di ogni ceto sociale, indipendentemente dalla razza, dalla loro eta' o dalla loro provenienza. Bruce riteneva che la cultura cinese avesse molto da offrire al mondo occidentale e non si sentiva mai in debito con le tradizioni quando frequentava chi avrebbe condiviso quella stessa cultura. Jesse Glover ad esempio, che era un afroamericano, fu' il primo studente di Bruce Lee, come anche Taky Kimura, che peggio ancora era un Giapponese, e fu' comunque il secondo studente della sua storia americana.